Nonostante la grande fama acquisita negli anni, la serie di libri illustrati per bambini “This is…”, dell’autore Ceco Miroslav Šašek, è ancora avvolta da un alone di mistero sul suo creatore. Polpettas Mag ha cercato d’ indagare e scoprirne di più.sasek this is rome books

Prima dell’avvento di internet, quando i programmi TV erano in bianco e nero e i viaggi internazionali non erano così accessibili come oggi, la gente non aveva altre possibilità che affidarsi ai libri per scoprire il mondo.  I bambini, soprattutto, dovevano affidarsi ai racconti degli adulti per scoprire cosa si nascondesse e come fossero quei luoghi così lontani dalla loro quotidianità. Le immagini a colori, anche se già in voga, non erano ancora molto diffuse.

Per questo motivo, quando la serie This is… fu pubblicata per la prima volta alla fine degli anni ’50 ebbe immediatamente un gran successo. Era composta inizialmente da tre libri sulle città di Londra, Parigi e Roma, e permetteva di scoprire sia i monumenti principali che gli usi e costumi della gente del posto. Fatto di illustrazioni semplici ma efficaci, accompagnate da brevi testi informativi, questi libri permettevano ai bambini di quell’epoca di viaggiare per il mondo senza lasciare la loro stanza da letto. sasek_this is bookssasek-this-is-new-york

[images via Noveno Ce]

Dietro a questi libri c’era un architetto e illustratore di origini ceche, Miroslav Sasek, meglio conosciuto come M. Sasek. Dopo il successo dei primi tre libri, proseguì creandone altri 16 libri della stessa serie nel corso di una decina d’anni, dal 1958 al 1970.

Una delle caratteristiche che contribuì al successo di queste opere fu la grandissima abilità di Sasek di introdurre grandi paesi, città, monumenti, ai bambini, in maniera divertente e comprensibile. Disegnava ogni suo libro come se stesse visitando quel luogo per la prima volta applicando questo metodo sia ai luoghi che conosceva bene – come ad esempio Parigi, dove viveva e dove creò This is Paris nel 1958, o Monaco, da cui nacque This is Munich nel 1961 – sia a quelli che vedeva per la prima volta, come per i libri su Edinburgo e Hong Kong.

Quando faceva degli schizzi preparatori per i suoi libri, cercava sempre di evitare di seguire testi e guide, per questo le sue illustrazioni, sia dei monumenti più famosi, che delle abitudini locali, risultano perfettamente aderenti alla realtà, divertenti e scherzose, quasi vive. Per raggiungere questo livello d’imparzialità sui luoghi visitati e sui monumenti che vedeva, decise di visitarli sempre senza consultare alcuna guida prima. I suo schizzi, invece, erano semore accompagnati da note sui colori o sui font, aggiungendo, sparpagliate qua e là, delle didascalie storiche quando ne sentiva la necessità.

Sebbene il pubblico dei libri di Sasek era principalmente costituito da bambini e ragazzi, questo non pregiudicava la qualità del lavoro. Le illustrazioni erano molto precise e architettonicamente fedeli ai dettagli, retaggio dei suoi studi passati da architetto. E proprio questa sua capacità di essere “leggero” ma allo stesso tempo dettagliato nei disegni, gli fece conquistare sia grandi che piccoli, così tanto che oggi non è per niente strano trovare adulti che comprano le riedizioni dei suoi libri.

Detail of This is Rome (1960)

sasek_photos

sasek_london

Detail of This is London (1959)

sasek_san_francisco

Detail of This is San Francisco (1962)

Oltre alla sua serie This is…, Sasek pubblicò anche Stone Is Not Cold, un libro di vignette irriverenti di vita quotidiana, in cui venivano inserite sculture famose che si trovano a Londra, Roma, Città del Vaticano, tutto con la sua inconfondibile firma.

Secondo alcuni, ad un certo punto della sua vita, ha anche esposto i suoi dipinti in tutto il mondo, dei quali, purtroppo, non c’è traccia.

Stone Is Not So Cold (1961)

 

Le principali opere di M. Sasek sono:

la serie This is…:

This is Paris (1959, 2004)

This is London (1959, 2004)

This is Rome (1960, 2007)

This is New York (1960, 2003)

This is Edinburgh (1961, 2006)

This is Munich (1961)

This is Venice (1961, 2005)

This is San Francisco (1962, 2003)

This is Israel (1962, reissued 2008)

This is Cape Canaveral (1963, reissued 2009). Later published as This is Cape Kennedy and reissued as This is the Way to the Moon.

This is Ireland (1964, reissued 2005)

This is Hong Kong (1965, reissued 2007)

This is Greece (1966, reissued 2009)

This is Texas (1967, reissued 2006)

This is the United Nations (1968)

This is Washington, D.C. (1969)

This is Australia (1970)

This is Historic Britain (1974, reissued 2008 as This is Britain). 

Stone Is Not Cold (1961)

 

Le sue illustrazione hanno anche vinto premi prestigiosi come il New York Times Choice of Best Illustrated Books of the Year, nel 1959 per This is London, e quello del 1960 per This is New York.