Anche quest’anno siamo tornati ad Eindhoven per partecipare alla Dutch Design Week, giunta alla sua 16esima edizione e che, come sempre, durante dieci giorni, trasforma questa città del sud dell’Olanda nella capitale del design.

L’edizione di quest’anno, dal titolo #Stretch, proponeva un approccio rivoluzionario al design come risposta innovativa a un futuro che si presenta sempre più complesso.

5.dutch-design-week-2017

A dimostrazione di come il design può aiutare a trovare risposte, o semplicemente semplificare la vita in ambiti anche molto diversi a quelli a cui siamo abituati, sono stati presentati diversi padiglioni in cui erano esposte idee innovative, che univano il design con i vari aspetti del nostro quotidiano: salute, cibo, trasformazione urbana, intimità.

#Stretch, appunto, aprire gli orizzonti del design, oltre le definizioni a cui siamo abituati.

8.dutch-design-week-2017

Con l’istallazione AURA presso Design Perron, VPRO Medialab  esplora il potenziale della tecnologia indossabile, capace di analizzare e interpretare il nostro stato d’animo e i nostri sentimenti per poterci fornire servizi su misura.

3.dutch-design-week-2017

La Kazerne – ex caserma dei vigili del fuoco della città, ora ristorante e galleria d’arte permanente – ospita l’istallazione May I Have Your Attention Please? di Maartin Baas, premiata con il Milano Design Award al Salone del Mobile di quest’anno.

1.dutch-design-week-2017 2.dutch-design-week-2017

Nella nostra esplorazione delle 11 location dell’evento fra designer emergenti e affermati, le proposte che ci hanno interessato maggiormente sono sicuramente quelle eleganti e funzionali dello Studio Isabel Quiroga; oltre alla pragmaticità dei mobili in legno dello Studio Siebum, Luwies per il progetto ‘Zero Waste Design’, e l’originale soluzione abitativa Silo di Leon de Bruijne.

Tanti, troppi input! Ma che creano dipendenza… E già iniziamo a pensare cosa ci presenterà l’anno prossima la Dutch Design Week di Eindhoven.

Entrance to Sectie-C

7.dutch-design-week-2017

Silo by Leon de Bruijne