Creating new eco-friendly products has become more and more important also in the design field. This is the challenge accepted by Sebastiano Tonelli and Carter Zufelt, two young designers who have thought about collections made of recycled materials.

Sebastiano Tonelli, a young Italian designer from Trentino Alto Adige, has designed the Collezione 25%, a series of eight thermal boxes for food, made entirely from recycled materials.

The name of the collection is kind of a manifesto: the raw materials come from a factory of air-transportation pipes that, during the production, sends the 25% of waste to the dump. Tonelli gave new life to that 25% useless material, using the expanded polyurethane folded in aluminum film to create thermal boxes, which can be used to easily carry food, without modifying its characteristics.

To design the boxes, Tonelli was influenced by the Italian tradition of basket-making, getting inspired by the geometrical twists and the natural colors typical of this art, actualizing them with inserts in turquoise. The boxes 25% are perfect for all the occasions: from lunch at work, to picnic, to catering. The different shapes and dimensions are designed exactly to meet all the needing in matter of food carrying, both on professional and on domestic level.

RECYCLE DESIGN_ RECYCLE DESIGN_italian design RECYCLE DESIGN_waste materials RECYCLE DESIGN_thermal boxes RECYCLE-DESIGN_food-contents

Carter Zufelt, a Milan-based Californian designer, has thought about a way to re-purpose the plastic grocery bags: he turned them into the Müll collection, a series of stunning boxes, stools, paperweight, rings and pencil-holders.

In this case, too, the name is part of the artwork: Müll comes for the German word that means “waste”, that is exactly what Zufelt is trying to avoid by recycling the grocery bags. The melting process make the colors mix giving as result this marble look.

They are minimal design object, defined by clean and clear lines, but embellished by brilliant colors that mix together, creating unique patterns, different for every item.

According to Dieter Rams good design makes a product useful: with Tonelli and Zufelt, the practical usefulness merge together with another very important kind  of usefulness, the one to the environment.

UPCYCLING DESIG_waste materials UPCYCLING DESIGN_Carter Zufelt UPCYCLING DESIGN_ UPCYCLING-DESIGN_stool

 

Anche per il mondo del design è diventato sempre più importante creare nuovi prodotti che siano prima di tutto ecosostenibili. Questa è la sfida che hanno raccolto Sebastiano Tonelli e Carter Zufelt, due giovani designer che hanno pensato ad intere collezioni fatte di materiali riciclati.

Sebastiano Tonelli, un giovane designer trentino ha creato la Collezione 25%, una serie di otto contenitori termici per alimenti, realizzati interamente con materiali di scarto.

Il nome della collezione è una sorta di manifesto: le materie prime arrivano da una fabbrica di canali per il trasporto dell’aria che, durante la produzione, manda il 25% di scarti in discarica. Tonelli ha ridato nuova vita a quel 25%, sfruttando il poliuretano espanso rivestito da lamine di alluminio per creare dei contenitori termici, che permettano di trasportare comodamente il cibo, senza alterarne le proprietà nutritive.

Per quanto riguarda il design dei contenitori, Tonelli si è rifatto alla tradizione italiana della cesteria, ispirandosi agli intrecci geometrici e ai colori naturali tipici di questa arte, attualizzandoli con degli inserti colorati in turchese.

I contenitori 25% sono perfetti per tutte le occasioni: dal pranzo in ufficio, al pic nic, al catering. Le diverse forme e dimensioni sono pensate proprio per andare incontro a tutte le esigenze in fatto di trasporto di alimenti, sia a livello professionale che casalingo.

Carter Zufelt, invece, designer californiano, ha pensato ad un modo per riutilizzare i sacchetti di plastica: li ha trasformati nella linea Müll, una collezione di bellissimi contenitori, sgabelli, fermacarte, anelli e porta matite.

Anche in questo caso, il nome è parte integrante dell’opera: la parola Müll in lingua tedesca significa “spreco”, che è proprio quello che Zufelt vuole evitare riutilizzando i sacchetti. Il processo di fusione della plastica fa in modo che i colori si mischino e facciano sembrare i prodotti come se fossero fatti di marmo.

Si tratta di oggetti dal design minimal, segnato da linee pulite e chiare, ma impreziosito dai colori brillanti che si uniscono tra loro, creando pattern unici, diversi per ogni creazione.

Secondo Dieter Rams il buon design rende un prodotto utile: nel caso di Tonelli e di Zufelt, l’utilità pratica si unisce anche all’utilità per l’ambiente.